La recusation. J’accuse Je rècuse.

 

 


OGGETTO: LA RICUSATION: j’accuse. Je rècuse. E VORREBBERO DICHIARARE LA INCAPACITA’ DI INTENDERE E DI VOLER DI PAOLO FERRARO IN “CONTROTEMPO”.. MAIL RISERVATA CON BANCA DATI.
: DA: LA RICUSAZIONE. j’accuse. Je récuses. E VORREBBERO DICHIARARE LA INCAPACITA’ DI INTENDERE E DI VOLER DI PAOLO FERRARO IN “CONTROTEMPO”. <[email protected]>

Thu, 27 Dec 2018 17:50:21 +0100

Paolo Ferraro

Massima Priorità

Xelenco allegati.jpeg, dvd.jpeg, 9.jpeg, Boldrini1.jpeg, Boldrini2.jpeg, ALL _1 AreaDG – Referenti distrettuali.pdf, ALL _2 MEMORIA 415 bis CPP definitiva.pdf, ALL _3 PEC AL PROCURATORE 13 mrzo 2017.png, ALL _4 Dichiarazione per deposito.doc, ALL _4 MEMORIETTA SCRITTA a corredo prima dicharazione libera.doc, ALL _5 _ricorso Cds .pdf, ALL _6 Parere carriera Paolo Ferraro .pdfALL _7 Segnalazione circa la sentenza n_ 2722_2018 emessa da collegio della Corte di appello di Roma e pubblicata in data 28 aprile 2018_ B_ Istanza di revisione_rivalutazione della delibera del CSM che ha “dispensato” il magistrato Paolo F.pdf, ALL _8 certficazine prof Boldrii ASL RM E .pdf, ALL _8 RElazioni e certificazioni , MARINELLI BUTTARINI .pdf, ALL _8bis Dott.Vannucci relazione su strappo dei test.doc, ALL 11 Ricorso Cassazione Ferraro_c_Canali.pdf, ALL12 ESPOSTO SEGNALAZIONE ISTANZA SU SENTENZA APPELLO E DIVORZIO Foiani .pdf, ESPOSTI-ALCUNI-E RELAZIONI CONCERNENTI SILVIA CANALI.pdf, CAM1.png, CAM2.png, ALL _8 RELAZIONE E CONTRODEDUZIONI dott PAOLO CIONI.pdf, IL_CROLLO_DELLA_RAGIONE.html, IL CROLLO 2.png, family.png, VIDEO.png

LA PRESENTE MAIL FA SEGUITO ALLA PRECEDENTE ” IL CROLLO DELLA RAGIONE” CHE INQUADRA LO SCONTRO FINALE E VIENE RIALLEGATA IN FORMATO PDF PER MEMORIA:
HANNO OLTREPASSATO IL SEGNO, IN PREDA AD UNA COLLERA E PAURA FURIBONDA. E VORREBBERO DICHIARARE LA INCAPACITA’ DI INTENDERE E DI VOLER DI PAOLO FERRARO (parere professionale allegato 5 adottato con delibera di progressione di carriera da parte del CSM nel 2012 !!!) UNA PANTOMIMA E DELIROIDE FALSIFICAZIONE DELLA REALTA’ CHE DURA DAL 2011.

I DOCUMENTI CITATI, COMPRENSIVI DELLE CERTIFICAZIONI E RELAZIONI CONCERNENTI LA PERSONA DI PAOLO FERRARO. TUTTI CONSULTABILI ED ESTRAIBILI E SCARICABILI AL LINK
ALLEGATI_RICUSAZIONE

 

J’accuse: la recusation.


Un apparato e potente cordata segreta nazi-komm sionista, specificamente eperativa dalla fine degli anni ottanta con nuove e più accurate strategie e strumentazioni le cui strutture scoperte sono (anche) in Roma ubicate tra MONTEVERDE PARIOLI E CECCHIGNOLA e dintorno a piazzale Clodio , che ha accerchiato  distrutto con varie modalità (anche) vari magistrati e si è infine scontrato col magistrato Paolo Ferraro, che ne ha incastrato componenti, gesta, metodi, strumenti ed intrecci, con prove dirette uniche al mondo.

Un intero sistema multimediale integrato di PROVE DIRETTE AUDIO E VIDEO AUDIO, INTERCETTAZIONI AMBIENTALI, E DI TELEFONATE E DI CONVERSAZIONI TRA PRESENTI, DI DOCUMENTI ATTI ED ALTRO INCHIODA IRREVERSIBILMENTE UNA ORGANIZZAZIONE CRIMINALE TRASVERSALE INQUADRATA DALLA FATTISPECIE DI CUI ALL’ART. 416 bis cpp, con prove dirette di attività e vari reati fine e mezzo.

 

 

RICUSAZIONE DEL GIUDICE MARIA LAURA PAESANO SEZ IV PENALE
Processo penale (Reg Gen Procura Tribunale Roma 13871/13 DC ALL 0)
ai sensi art. 52 e 51 CPP
con prospettazione infine della necessità/opportunità di valutare una immediata ASTENSIONE pur tardiva da parte del giudice
(il tutto ai sensi art. 51 1° co e 2° co CPP con espresso riferimento all’interesse indiretto, che attiene ad una relazione di legame o contrasto che ha il giudice nei confronti di soggetti a vario titolo coinvolti nella causa).

 

·
ALL’ILLUSTRISSIMO PRESIDENTE DELLA CORTE DI APPELLO DI ROMA

 

· AL GIUDICE MARIA LAURA PAESANO

 

· AL PRESIDENTE DEL TRIBUNALE
DI ROMA

 

 

 

Fatti conosciuti il 10 dicembre 2018 dal sottoscritto dott. Paolo Ferraro.
In data Lunedì 10 dicembre 2018 mia moglie Patrizia Foiani nata a Roma il 21 febbraio 1966, coniuge da anni e compagna sin dal 2010, e testimone diretta ed esponente di buona parte di quanto accaduto sino ad oggi, ancora colpita dall’incredibile svolgimento ed evoluzione ed andamento, purtroppo divenuto infine spiegabile agevolmente, della udienza penale relativa al processo in intestazione, avendo scoperto quanto segue a seguito di una ricerca da lei effettuata di sua esclusiva iniziativa, mentre ero intento a lavorare al mio pc in altra stanza lontana dalla sua, mi ha trasmesso alle ore 00:47 il link
http://www.areadg.it/referenti (ALL.to A screenshot tratto da programma whatsapp.).


[N.B. Tutti gli allegati integranti e costituenti parte essenziale ad ogni effetto del presente atto di ricusazione vengono depositati insieme ed all’interno del dvd di prove dirette in apposita directory aggiunta
“ALLEGATI ATTO DI RICUSAZIONE”. IL DVD è invece attivabile cliccando sul file indexgenerale.html] Tutto i file ivi compreso IL DVD-ISO indicati sono scaricabili e consultabili dal link ipertestuale che segue: “ALLEGATI ATTO DI RICUSAZIONE”]


IL giudice Maria Laura Paesano, ho quindi appreso direttamente ieri all’ora indicata (ed estraneo io alle recenti vicende interne alla magistratura non potevo in alcun modo sapere) è REFERENTE DISTRETTUALE per la componente (storicamente egemonica e vincente all’interno) di MD e per AREA (ALL 1). Come ero anche io magistrato iscritto però ad una “altra” MD “ideale” i cui valori costituzionali e legali condivido/condividevo realmente, attivo nel mio ruolo di giurista e magistrato ispirato alla e circoscritto dalla Costituzione.

E debbo rammentare che fu Paolo Ferraro nel 1996 con il paginone articolo su un quotidiano a tiratura nazionale (ALL 1 bis) a lanciare un allarme ed un abbozzo di analisi ed indicazioni ben incomplete allora, poi approfondite e concretizzatesi con prove dirette uniche al mondo su vicende di quadro ben più che provate ed allarmanti. Che la intera area enucleata in AREA sia “contro-interessata” (eufemismo) e in atteggiamento di patente inimicizia è peraltro fatto oltreché notorio, semplicemente logico.
Sicché di temerario sotto questo aspetto c’è solo l’incessante perseverare nonostante EVIDENZE DIRETTE E MULTIMEDIALI fatte pervenire ed ormai in possesso di buona parte della magistratura sana, da me difesa e riconosciuta pubblicamente, nonostante e contro tutto e tutti coloro che intendano strumentalizzare senza discernimento.
Nel corso della fase preliminare del dibattimento era stata su mia richiesta e dalla difesa, allor non inerte e comunque non ostacolante, depositata documentazione relativa al diretto interessamento per conoscenza della detta giudice, quando rivestiva presso il Ministero di Giustizia incarico dirigenziale, circa il complesso delle vicende, di chiaro rilievo globale ed istituzionale.
L’invito ad astenersi era stato respinto mediante ordinanza in atti (in buona sostanza “il giudice non aveva avuto come dirigente ministeriale l’incarico di approfondire la vicenda”). Non ero e non sono però a conoscenza di quale Ministro avesse operato la chiamata diretta del giudice al Ministero, vista la rapidità del suo arrivo allora al Ministero.Orbene il banale procedimento e processo per diffamazione e altro reato assolutamente inesistente e ad ogni buon fine scriminata secondo pedisseque osservazioni e sotto svariati profili (ALL 2 Memoria ex art 415 bis CPP e relativi supporti digitali di prova, a sua volta smarrita in fase procedimentale e recuperata come da PEC ALL 3 diretta al Procuratore di Roma ove era stata separatamente depositata -cautela rivelatasi necessaria e preveggente – più allegato ALL 4 breve sintesi con deposito di DVD di prove, e memorietta di supporto) si è repentinamente bloccato, in-esaminato imputato e in-ascoltati testi tutti a difesa più documentazioni tutte da acquisire, con un rinvio a nuova udienza per conferimento di incarico peritale incredibile dictu sulla mia “incapacità di intendere e volere”.
Dopo otto anni soprattutto di documentazioni e certificazioni incompatibili anche di provenienza di organismo pubblico (ALL 8 vari) , ma soprattutto pubblica attività intellettuale mia seguita da centinaia di migliaia di persone e pervenuta nella sua obiettiva consistenza di dati e prove oggettive a svariate migliaia di interlocutori istituzionali.
Ma persino la dispensa per “fantomatica” inettitudine comminata nel 2012 non solo non parlava certo di capacità e di intendere o volere, ma si riferiva a “perizia” che testualmente “recitava”, nell’esatto contenuto del termine, che i dati “non soddisfano i criteri per alcun disturbo della personalità” ( basta leggere la pur truccata, da informazioni tutte integralmente false, ed ideologicamente falsa consulenza di allora, integralmente contestata anche mediante la “intervenuta” registrazione audio a monte dello strappo di TEST sfavorevoli, da parte dello stesso perito nel giugno 2011.
Prove video audio in atti in DVD depositato e ALL 8 bis Relazione del dott. Vannucci sullo strappo dei TEST. Ma si veda la dettagliata autopsia della “perizia” frammento per frammento, introdotta con ricorso dinanzi al Consiglio di Stato )(ALL 5).
Non è però questa la sede per tuonare sulla ultima ennesima iniziativa, anche perchè è tutto di una evidenza lapalissiana, estesa ai quanti interlocutori istituzionali suindicati.
La prova sta in realtà in ciò che ebbe a scoprire e dimostrare chi scrive, fino al giorno prima riconosciuto come magistrato di altissime doti senza alcun possibile rilievo (ALL 6) , ed è oggi pubblica ed insormontabile. (Neanche più aggirabile perché in mano a tutta la magistratura).

E si verte in tema di attività militari segrete ed attività coperte gravi, della cui esistenza e consistenza vi è ormai prova irrefutabile.
Allego poi comunque registrazione digitale di telefonate intercorsa con l’ex difensore di fiducia AVV Alessandro Ricci, a conferma dei fatti ultimi accaduti (ALL 5 telefonata con AVV RICCI adde a DVD-ISO in root).
Non indico ora l’impatto istituzionale cognitivo e valutativo di un lavoro unico nella storia, né la figura del magistrato Paolo Ferraro rimasta ben impressa negli ambiti giudiziari romani, ma segnalo semmai ce ne fosse bisogno, che “proprio ora” sono in attesa di fissazione di udienza/adunanza per il merito
· causa di annullamento della dispensa, all’epoca nel 2012 “comminata” per “fantomatica” inettitudine, introdotta con ricorso dinanzi al Consiglio di Stato (ALL 6);
· causa dinanzi al TAR per il merito relativo a provvedimento cautelare di sospensione “propedeutica” del giugno 2011;
· e infine vaglio della istanza al CSM per revoca in regime di autotutela della dispensa comminata, ed istanza inoltrata ad organi interessati direttamente od indirettamente sul piano istituzionale al complesso delle vicende e fatti. (ALL.to 7).Peraltro non posso esimermi dal far notare che il tutto si svolgerebbe nei confronti di un cittadino diagnosticato ADDIRITTURA CON CERTIFICAZIONE PUBBLICA non solo sano ma anzi uomo di particolare salute, valore ed intelletto, (ALL.ti 8 vari SEI TRA CERTIFICAZIONI E RELAZIONI), ma al contempo assoggettato ad una violenta persecuzione per aver scoperto e poi dettagliato con prove dirette costituite in sistema multimediale integrato di registrazioni ambientali, e di conversazioni tra presenti e di telefonate, quanto ormai di pubblico dominio (ALL 9 copia DVD multimediale integrato di prove dirette “insormontabili” e “sconvolgenti” che parlano da sole, ed analisi e contestualizzazioni a mero corredo).A tacere di quello che serenamente è definibile, senza alcun vaglio di merito, ma anche solo vaglio formale, “un sequestro di persona senza titolo e nel più totale dispregio di qualunque realtà e regola, patito il 23 maggio dl 2009” a seguito di un agguato strutturato per impedire che quanto oggetto di registrazioni e scoperta potesse divenire di pubblico dominio ( SI VEDA DETTAGLIATA PRECISA E MINUZIOSA RICOSTRUZIONE NEL noto MEMORIALE del 7 marzo 2011 (ALL 10) ma sopratutto le documentazioni immediatamente successive alla “attività” posta in essere di provenienza terza che attestano il flop TOTALE del tentativo di distruzione di Paolo Ferraro nel 2009). Altro aspetto è la circostanza che Paolo Ferraro pur sapendo i rischi che correva decise nel finire del 2010 di avvisare tutta la magistratura, per mero amore istituzionale, e di mettere a disposizione analisi e prove, che hanno comportato un duro lavoro di elaborazione ed allestimento necessario, in costante aggiornamento verso l’esterno, lavoro definitivamente TERMINATO il 31 ottobre 2018 (trentuno ottobre del 2018).

Nel corso della udienza in oggetto

1 la teste Silvia Canali, sentita subito, coinvolta in primissima persona nelle vicende oggetto ormai di pubblico dominio e di prove obiettivamente gravi, tramite difesa costituitasi nel minuscolo processo che risale ad una antica querela gettata nel 2012, aveva introdotto al volo nella precedente udienza a mia insaputa una sentenza di appello appena depositata (il sottoscritto ignaro dell’una ed altra circostanza), sentenza non solo fatta oggetto di ricorso in Cassazione ma di un esposto denuncia segnalazione a più di una firma inviato a vari organi istituzionali e segnatamente al CSM, peraltro materiale palesemente estraneo ai fatti dl giudizio.
La sentenza collegiale ovviamente riferibile a due magistrati di AREA si è fatta segnalare per un obnubilamento artificiale della realtà addirittura non solo ricostruita ingannevolmente sulla base di prospettazioni di matrice e provenienza evidenti, sentenza denominata, solo per le per sue precise caratteristiche di totale distacco dalla realtà “a struttura deliroide“ e condita con asserzioni ed obiter dictum che parlano da soli.
Oggi siamo venuti a conferma/conoscenza di quale gradino fosse stato poggiato, poggiato “al volo”.. Nonostante la “ritardata” opposizione della difesa, il carteggio collegato e la sentenza detta sono rimasti nel fascicolo dibattimentale indicando il giudice che la “decisione” sua veniva riservata alla fine del processo. Una decisione la cui valutazione anche di opportunità non esibiamo in questa sede, ma prevista a suo tempo sulla base della sola analisi della sentenza artatamente inserita da parte privata. E basti richiamare la lettura dei ricorso in Cassazione ed esposto segnalazione al CSM ( ALL.ti 5 e 7 indicati ed allegato 10 MEMORIALE allegato ed integrante denuncia del 2011).
2 la medesima Silvia Canali ha disegnato un inventato conflitto tutto interpersonale e soggettivo personale tra lei ed un ipotetico coniuge malato e visionario sul piano “privato” ( secondo una metodica e tecnica ben note che la dicono ben lunga su ruoli ed appartenenze che disegnano i contorni di questo caso), negato la evidenza di una separazione risalente al 2006 e dovuta alla scoperta di quanto circondava l’oggetto di due relazioni investigative e DVD video a supporto, ma soprattutto pacificamente gestita e formalizzata dal magistrato Paolo Ferraro, con una separazione “anodina” ed obiettiva (cessazione del rapporto) ed un divorzio con lo stesso stile equilibrato e distaccato introdotto. La ormai nota grandediscovery partita con una denuncia e MEMORIALE generale del 7 marzo 2011 ha (guarda caso) scatenato una guerra giudiziaria/istituzionale su più fronti e vari piani da chi e come è qui inutile illustrare, perché il tutto emerge sinanche da questo ultimo capitolo doloroso per le istituzioni. Va semmai evidenziato che l’UNICO VERO OGGETTO DI UNA VICENDA ORMAI DESTINATA A RIMANERE NELLA STORIA, era la SCOPERTA dal concreto mediante prove DIRETTE obiettive, da parte di un magistrato serio indipendente di alta professionalità, di un intero mondo di attività coperte e segrete a matrice operativa militare, che facevano venire in gioco la tutela non solo sua ma della indipendenza reale della magistratura pressochè intera, non certo coinvolta come artefice ma come oggetto e vittima costituzionale;
3 sempre la medesima Silvia Canali ha “liberamente” caricaturato una attività informativa presso le istituzioni di tale livello ed oggettività da scioccare la maggioranza dei magistrati, informati “ascoltatori”, presentandola come l’invio di quattro parole “sempre le stesse”, ovviamente e come se Paolo Ferraro fosse un clavicembalo stonato, e ad esempio artificialiter ad condimentum costruito verbalmente sulla stessa scia la falsa realtà di foto solo tratte dal suo di lei profilo di facebook, mentre si tratta di reperti fotografici in data 1 novembre 2006 ben dettagliati (oltreché di video-foto del giugno 2006) e sinanche di un ulteriore frammento di video dell’epoca (tutte le prove in atti del fascicolo PM, a tacere di quanto oggetto delle relazioni investigative ma soprattutto della pacifica circostanza che tutto fu fatto oggetto, alla luce del sole, di un confronto diretto ed anzi a suo tempo, nei lontanissimi settembre e primi di ottobre del 2006, solerte avvisar io su ciò che intorno ai fatti emergeva di destabilizzante, e finalizzato chiaramente addirittura a suo di lei indiretto danno.

Al di là del merito che pure dettaglieremo in altre sedi è un fatto che in un processo per “non” reati minuti, a “documentazione unilaterale” fatta “argutamente” (si fa per dire) scivolare nel fascicolo dibattimentale, dinanzi ad una testimonianza di tal fatta, sulla scorta di parole e di un deposito di un documento irrilevante perchè sub iudices e sub CSM, è stata impartita una attività dibattimentale fuori di ogni canone di esperienza e di logica verificabile. Eccezionale la perizia in dibattimento, fuori ordinem oltre misura la perizia sulla incapacità di intendere e volere in un processo per diffamazione da documenti pubblici e PROVE DIRETTE (nascoste affannosamente ma inutilmente).
Ma il punto signor Presidente della Corte di Appello di Roma è che IL GIUDICE MARIA LAURA PAESANO, espressamente delegata referente di un AREA colpita non nel nomen astratto ma nelle sue egemoni persone di Agnello Rossi, Stefano Pesci e collegamenti militari emersi dalle dichiarazioni di persona intranea e direttamente informata, e ulteriore cordata (si vedano video di prova su appartenenze e ruoli e registrazioni di conversazioni tra presenti) in un quadro di attività che hanno visto il coinvolgimento diretto poi di altri magistrati tutti del nucleo di MONTEVERDE, tutti in rapporti stretti segnati da ben altre appartenenze, DOVEVA E NON POTEVA NON ASTENERSI, ed era ben al corrente della personale sua incompatibilità per inimicizia dell’area di AREA e diretta di loro inimicizia condivisa nei confronti di Paolo Ferraro, rivestendo comunque un ruolo formale del quale non eravamo a conoscenza, prova finale solo ora acquisita. Tutto rilevante ex artt. 51 e 52 cpp secondo la specifica in intestazione evidenziata.

D’altronde se così non fosse, un cordata condivisa che controlla direttamente ed indirettamente, potrebbe rimanere totalmente libera di determinare esiti e dinamiche a sfondo giudiziario nella più totale assenza di controllo ordinamentale. Che è proprio ciò a cui occorre porre rimedio su piani generali e concreto attuale.
Quanto ciò ed altro rilevi o meno in questo caso concreto, valorizzando in sede di vaglio il danno da gestione/conseguenza processuale ed altro sul solco di sentenze della Corte di cassazione – Sezione VI penale – Sentenza 8 febbraio 2016 n. 4973, operante nel suo ruolo di nomofilachia in altro ambito, non è qui oggetto di attenzione che precorra fatti.
Qui ci si occupa di salvare anche e direi soprattutto nell’interesse dello Stato e della magistratura, almeno una quota minima della apparenza e il principio del giudice naturale indipendente estraneo alle parti, senza interessi condivisi o inimicizie di collettivo od apparato condivise e vissute ovviamente sul piano individuale e concreto da parte di tutti i soggetti in condivisione.
Si verte di un principio [ n.d.r. un tirante essenziale la cui rottura comporta il crollo del ponte dello Stato di diritto] da assicurarsi a qualunque cittadino,
Meno al – per ora – ex e sub judice- magistrato dispensato per eccessiva attitudine Paolo Ferraro che troppo ha scoperto e ricostruito oggettivamente ?!
E’ ovvio che chi scrive inviti ad ascoltare e valutare fatti e prove dirette, che sono ormai la prova di tutto. (ALL .9 DVD-ISO multimediale integrato). E le prove depositate digitalmente sono prove da vagliare secondo pacifica Cassazione.

Si conclude pertanto con la richiesta di accoglimento della ricusazione radicando nuovo processo dinanzi a giudice designato ex novo mediante previsione tabellare, e sempre fatta salva la eventuale responsabile astensione esercitata -ex post- dal giudice MARIA LAURA PAESANO

Roma 11 dicembre 2018 ore 18 e 30

PAOLO FERRARO

 

LA PRESENTE VIENE SOTTOSCRITTA ANCHE DALLA DOTT.SSA PATRIZIA STEFANIA EUGENIA FOIANI a conferma di quanto accaduto sotto la sua diretta percezione, e già fatte anche oggetto di esposti, dichiarazioni pro veritate ed altro, tutto debitamente pluri-depositato e pluri-nascosto o non vagliato, dal 2011 in poi. (VEDI CARTELLA ESPOSTI FOIANI ADDE A DVD-ISO)
La Dottoressa Patrizia Foiani fa espressa richiesta di annotare che una intera famiglia e figli e dieci anni di vita risultano nascosti ed obnubilati proprio dalla sentenza di appello fatta oggetto di esposto segnalazione al CSM ed organi istituzionali, di ricorso in Cassazione ma “entrata” al volo nel fascicolo dibattimentale.ALL 11 UNA SENTENZA A STRUTTURA DELIROIDE ED ALL 12 SEGNALAZIONE ESPOSTO SU SENTENZA DI APPELLO DIVORZIO ”

A che serva far sembrare la vita di Paolo Ferraro quel che non è, non occorre spiegarsi alla S.V. .

PATRIZIA STEFANIA EUGENIA FOIANI

 

 ALLEGATI IN CARTACEO E SU DVD ALLA MAIL
E TUTTI ESTRAIBILI DA ARCHIVIO IN RETE

 

UNA PANTOMIMA E DELIROIDE FALSIFICAZIONE
DELLA REALTA’ CHE DURA DAL 2011 NON ARRESTATA
DALl’INTERVENTO  DELLE ISTITUZIONI, MA HANNO
OLTREPASSATO IL SEGNO, IN PREDA AD
UNA COLLERA E PAURA FURIBONDE.

 

9.jpeg

 

Boldrini1.jpeg

 

 

Boldrini2.jpeg

 

CAM1.png

 

 

CAM2.png

§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§

LA Famiglia di Paolo Ferraro dal novembre 2010,
i figli, la moglie “”eroe” i piccoli ….

 

 

family.png

§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§

 

 

INTERI IMPIANTI DI VIDEO AUDIO E PROVE
INCASTRANO
IRREVERSIBILMENTE
UNA BANDA DI ASSASSINI INTENTI DA DECENNI
AD UNA
EVERSIONE GLOBALE
E SCALATA CRIMINALE DELLE ISTITUZIONI

 

§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§

 

 

LINKS NUOVI PER SCARICARE IL DVD-ISO
NELLA VERSIONE DEFINITIVA AGGIORNATA . 

TRE CARTELLE DEFINITIVE PER DOWNLOADS
DVD-ISO su MEGA 

https://mega.nz/#F!WLwiGSwT!rNH2LiSH9-jYv05vcXub8A

https://mega.nz/#F!Tn5VSKSD!2B305uDaO6RqucEZ8kJajg

Cartella con video selezionati siti OFF LINE e DVD
su MEGA

https://mega.nz/#F!xVpDUQKL!_unumyVabGlj8i7U9XRvZw 

 

e SETTE CARTELLE DEFINTIVE PER DOWNLOAD DVD su MEDIAFIRE 

? http://www.mediafire.com/folder/a0qmzqp71dvft/ISO-DVD

? http://www.mediafire.com/folder/27nl66cus95c2/DVD

? http://www.mediafire.com/folder/93m4txzk38o08/DVD

? http://www.mediafire.com/folder/8p0jbcwr9v1hl/ISO-DVD

? http://www.mediafire.com/folder/yxlyqz4oexb5v/DVD

? http://www.mediafire.com/folder/h2kjl3uz2f6h5/DVD

? http://www.mediafire.com/folder/qmh4xol9upqyc/DVD-ISO

 

Cartella con video selezionati siti OFF LINE e DVD su MEDIAFIRE

? http://www.mediafire.com/folder/1eoakcy9cxqfh/DVD_BLOGS_OFF_LINE_THE_LAST_VIDEO

 

§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§
E vorrebbero mettere sul rogo della interdizione
e incapacità di intendere e volere …….

 

 

Sino all’ultima incredibile botta di testa di una componente specifica di questo apparato pericolosissimo e in varie frange demenziale, non mi ero reso conto che, visto il metodo serio adottato da noi e le caratteristiche scientifiche e verificabili del nostro lavoro e risultati cognitivi per prove obiettive vagliabilii, venivano/vengono in gioco in questo spaccato di vicende inquietanti sinanche le fondamenta di pensiero e scienza dell’era moderna. Mi ero tuttavia reso conto dell’impatto più amplio e della portata degli effetti di una analisi oggettivata ed ispirata esclusivamente dalla analisi el reale e ricostruzione mediante fatti certi e prove obiettive con metodo implacabile. IN rete ma anche nel sito OFF LINE allegato via mail www.grandediscovery.it/la-grandediscovery-1/ :
MA le cose vanno ora ben oltre.
Dal rogo alla INTERDIZIONE. DAL MEDIOEVO AL NUOVO MEDIOEVO ?! Possibile che . non appaia più che evidente?!
SE così fosse e così mi pare sia, vi è chi assiste inerte e senza essersene reso conto ad una battaglia che è anche in difesa delle fondamenta della civiltà moderna, della ragione, del pensiero, della logica. Il crollo non vi riguarda?!
E non parlo di luce, verità ed altri argomenti ma di nichilismo gnostico trasmodato nell’opposto da sé, in esoterismo nascosto di caste a supporto ingannevole e fittizio di banali strategie terrene di scalata ai gangli delle istituzioni e sostanzialmente “eversive” addirittura anche su un piano strategico.* [paoloferrarocdd.eu/la-finale-ricostruzione-completa/].

 

D’altronde come si spiega che un alto magistrato “basso” utilizzi una immagine a suo profilo siffatta (quella di seguito visibile) e una trasmissione radio dedicata ad un farlocco e fallito tentativo di diffamazione e che per un fallimento tecnico audio del presunto informatico serio (che si vantava fine anni novanta di aver ricevuto in regalo nei suoi viaggi. In USA a Boston … un programma di modulazione vocale) scopra e metta allo scoperto un intero spaccato di soggetti ?!
UN POVERO DEMENTE A COPERTURE ALTE ED UNA CORDATA DI IMBECILLI NONOSTANTE IL POTERE CHE ESERCITANO, ANCHE CRIMINALMENTE, RESTANO QUEL CHE SONO, IMPUNITI. MA per sempre impuniti e schiacciando, con l’abuso, l’abominio e la illegalità, la connivenza e rapporti che tutto sono men che giudiziari, l’ex per ora magistrato Paolo Ferraro ?! Delle altre vittime non ne parlo ora che occorrerebbero due interi gironi .. per descrivere solo. Ma i magistrati perbene romani sanno e tremano, ve lo posso assicurare.

 

 

 

 

Consultate per cortesia anche solo con il link la analisi di una trasmissione radio di nome chiaro e di “BASSALEX” e trasalite .. (l’intero sito in formato zip scaricabile e scompattato gestibile OFF LINE con un click sul file index.html ce lo avete allegato a questa mail).
Ma basta che vogliate ben capire e verificare aprendo. In rete (da casa) questo link … a video apposito stralciato e dedicato a voi, che resterete d sasso.

 

 

N.B. La dettagliatissima lntegrale analisi dei fatti e dati di prova audio è nei sito primario del CDD come da indice
/grandediscovery1/escono-allo-scoperto-incastrati/
e la ricostruzione totale e conclusiva è nel quarto articolo dedicato i-diavoli-in-terra-fanno-le-pentole-ma-non-i-coperchi-e-sono-anche-idioti/

 

 

E vorrebbero mettere sul rogo medievale della interdizione e
incapacità di intendere e volere ……
.

 

   DUNQUE ABBIAMO.
DUNQUE ABBIAMO:
1. ENUCLEATO con nomi, cognomi e fatti provati, e dimostrato con impianti di prove dirette uniche al mondo che, nell’ambito di strategie di eversione e svuotamento e controllo delle zone sensibili delle istituzioni, opera un apparato segreto e militare a coperture eccellenti e ideazione gestione anche psichiatrica di apparato, in collegamento organico o di controllo con un settore deviato della area deviata della magistratura capitolina in particolare, in parte in una diaspora “professionale” dal 2009 e poi 2014 sino ad entrare in prima fila nel Ministero della Giustizia nel 2018 da ultimo;
2. QUINDI portato a conclusione UN LAVORO UNICO nella storia, resistendo a tutti i tentativi di distruzione, circondati nel 2011-2012-2013 anche da soggetti pelosi e falsi contro-informatori, sgamati e smagati ed intenti come da incarichi loro affidati da decennio a tentar di rendere sterile e neutralizzare con astrazioni infantili il tutto, a copertura di apparati ed attività militari segrete e coperte. Sulla matrice nazi eversiva di destra estrema e mera copertura cromatica rossa neanche ll minimo dubbio, ormai: resta solo un corposo interrogativo circa la loro totale subordinazione a input di servizi militari nostrani ed internazionali e sul ruolo dell’ala nazi sionista più. Internazionalmente coperta;
3. COMUNICATO che proprio l’apparato esoterico deviato in persona di magistrati della MONTEVERDE sionista, sceso in campo disperato e facendosi vedere, in prima persona, ora INTENDE nella udienza del 17 gennaio 2019 aula ottava piano terra . TRIBUNALE E GIUDICE MONOCRATICO GIA? RICUSATO, PIazzale Clodio, UCCIDERE civilmente chi vi scrive e si è INVENTATO UNA PERIZIA PER DICHIARARE INCAPACE DI INTENDERE E VOLERE, non un barbone di strada malato nè uno psicopatico assassino (e tra coloro -punto 1- ve ne sono) ma il vostro Paolo Ferraro, in un processetto artificialmente gettato lì nel lontano 2012 che avrebbe dovuto fermarmi. Voi siete giuristi: consultate l’allegata memoria e la breve sintesi allegate a questa mail ed il memoriale sui fatti 2009 2011 in testo scritto originale, tanto per inorridire e capire ancor meglio quanto sia non solo assurda tutta la operazione ma siano MALATE E DEVIATE le persone che vorrebbero ancor gestirla, manipolando disperatamente prove e fatti accertati con metodo rigoroso.
PERSEVERANO OLTRE OGNI LIMITE SINO AL LORO SUICIDIO POLITICO ISTITUZIONALE MORALE E STORICO CULTURALE …. .

 

Morire civilmente e ben altro, a lavoro già compiuto, sarà di soddisfazione .. da portarsi un giorno nell’aldilà ?! ?
Che aspettate a perder posizione ?!
—————————-Paolo Ferraro—————————-

 

          @@@@@@@@@@@@@

 

QUESTO IL COMUNICATO CHE HA
SPIEGATO   TUTTO   QUEL   CHE
DI NUOVO   E    GRAVISSIMO  STA
ACCADENDO “DI CORSA ” A  FINE
2018.
COMUNICATO URGENTE E GRAVISSIMO. L’ULTIMO PROTOCOLLO QUELLO DISTRUTTIVO FINALE. 30 novembre 2018 ore 16 e 30.  IL NUCLEO della MONTEVERDE nazi-esoterica e sionista [ribadisco: sono Paolo Ferraro e non si tratta di ebraismo  e tantomeno di antisemitismo mio che aborrisco.  n.d.r. della mail],  si è esposto in prima persona ed agisce contro il tempo. Vogliono distruggere Paolo Ferraro facendolo dichiarare “incapace di intendere e volere” e poi gestendo le conseguenze in modo addirittura ormai trasparente e chiaro. Così come è chiaro nella sua gravità il tentativo disperato che viola i basamenti priori dello Stato di diritto. Non sono più alla frutta: dopo il caffè e l’amaretto sono al suicidio politico istituzionale. Ripeto si tratta di una minoranza criminale individuata e qualificata.

Nella udienza istruttoria penale relativa ad un finto processucolo ed alla “inscenata” querela per diffamazione di cui al link ed articolo e schede in la-grandediscovery-ad-una-svolta-ora-non-a-caso- , ho dovuto assistere ad una sequenza e scena fuori da ogni limite istituzionale e “storicamente” sconvolgente. 
N.B. è lo stesso procedimento in cui un faldone di prove digitali e documentali ed una memoria ex art.415 bis era stato ..”smarrito” con la relativa richiesta di interrogatorio e .. per fortuna (la fortuna non viene mai a caso) ne era stata depositata copia conforme presso il PROCURATORE di Roma. Tutto è stato ridepositato in fase di “indagine” … e chiedo scusa per l’uso eufemistico della ultima parola tra virgolette.. 
Presenti “casualmente” nell’aula il PROCURATORE attuale di Viterbo, allontanatosi dopo una attesa di quasi venti minuti e allontanatosi dopo un evidente cenno al giudice Maria Laura Paesano, PAOLO AURIEMMA, già membro del CSM deliberante la dispensa di Paolo Ferraro per “fantomatica” inettitudine e ovviamente personalmente collegato a Silvia Canali per mie notizie certe risalenti al 1995 (giravano insieme sullo stesso motorino), e in più,  sullo stesso pianerottolo, ripetutamente passeggiando dinanzi a me, GIUSEPPE CORASANITI il magistrato coinvolto nelle vicende e incastrato insieme ad altri personaggi  come da link
/escono-allo-scoperto-incastrati/ , la udienza “pubblica” svolta “appositamente” a tardo pomeriggio inoltrato da ultima e presenti solo i partecipanti, tenuta da MARIA LAURA PAESANO giudice delle medesime aree, si è così svolta.
Ebbene è stata letteralmente simulata/inscenata una artefatta abborracciata e sezionata ricostruzione “a letto di Procuste”  personalista e “malata” del tutto, nascondendo e manipolando a livelli incredibili le prove,  e la incredibile operazione palesemente organizzata, orientata finalizzata e programmata oltre ogni ragionevole dubbio, si è interrotta con una ordinanza del giudice, eliminando e saltando i testi a favore e me, ovviamente, mediante una ordinanza di rinvio al 19 gennaio 2018 per “conferimento di incarico peritale per DICHIARARE LA INCAPACITA’ DI INTENDERE E VOLERE DELL’ex (per ora) MAGISTRATO Paolo Ferraro.
L’uso del termine “dichiarare” al posto di “accertare”, deriva dalla conclamata certezze che si tratterebbe in questo secondo caso di termine eufemistico inaccettabile nel contesto gravissimo. 
MA avevo fatto in tempo con notevole sforzo e superando  tentativi di impedirmelo, almeno a fare dichiarazioni libere di cui al testo allegato e ad effettuare il deposito delle stesse e del DVD.ISO che le accompagnava. (peraltro il testo scritto delle mie dichiarazioni libere registrate, la consegna di  un DVD ulteriore di prove e a mani del giudice  sono per ragioni che sono immediatamente comprensibili, un fatto da cristallizzare in ogni forma, come in questa follia assurda non è dato neanche escludere l’impensabile, ivi compresa la sparizione delle tracce dello svolgimento e modo di svolgimento della udienza).  Ma essa ed il relativo svolgimento sono confermati da una telefonata registrata.
La finalizzazione distruttiva totale e in un mero processo per diffamazione architettato, è ben oltre la EVIDENZA.
IL NUCLEO della MONTEVERDE esoterica e nazikomm-sionista (vedi specifica sopra n.d.r.) si è esposto in prima persona ed agisce contro il tempo.
Ora Ssi tratta di impedire e bloccare il mio viaggio organizzato a Dachau, già pronto il carro piombato . Non sottovalutare ed intervenite nel modo più pesante e chiaro. Basta darmi la parola per dimostrare quello che sta accadendo e la sua gravità.
Il mio cellulare è sempre 3929069339.

 

N.B. LA oggettiva rilevanza delle VICENDE A MONTE ed a VALLE e PROVE inconfutabili sono già di dominio pubblico. Allego comunque alla presente mail memorietta di accompagnamento e copia della “smarrita” memoria del 2014. 
E’ in gioco un cittadino, ex (per ora pendendo i relativi giudizi dinanzi al CdS e TAR ROMA oltrechà istanza di revoca al CSM) magistrato, intellettuale che ha dato prova di continente oggettivata presenza e informazione mediante sistemi di prove integrati e prove dirette, uniche al mondo anche per il metodo verificabile di trattazione sistematica e scientificamente oggettivata.

 

§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§

 

IL CASO PAOLO FERRARO. IL MAGISTRATO PERSEGUITATO PER AVER CAPITO E DIMOSTRATO.

Il 7 marzo del 2011 avevo depositato a Perugia insieme alla denuncia le prove audio sulla Cecchignola ed un dettagliatissimo memoriale che ricostruiva i fatti dal novembre 2008 al giugno 2009 e “strascichi*.

Non erano mica roba da poco la scoperta tra il novembre 2008 ed il 2009 di uno psico setta esoterico massonica a basamento militare e sfondo NAZI .. esoterico, tinti di rosso scarlatto (di copertura), Intrecci già chiari con un minoritario nucleo di magistrati operativo nella Procura di Roma, tecniche di trattamento e manipolazione di una donna impegnata da fidanzatina nella operazione “PAOLO FERRARO” e da monarch trattata nelle attività efebofile e sessuo-esoteriche (parafiliache) .. nella setta del quartier civil militare della CECCHIGNOLA in Roma, che si allocava nella casa del magistrato Paolo Ferraro non appena ne usciva.  www.paoloferrarocdd.eu/audio-grandediscovery/
Manovre tempistiche ed ordini da operazione militare scandivano le intromissioni attività e fuoriuscite repentine dalla casa del magistrato Paolo Ferraro, appena rispettivamente si recava al lavoro o stesse rientrando a casa. E nonostante tutto questo il tentativo clamoroso di incastrarvi un magistrato da ricattare, eliminare o coinvolgere .. fallito clamorosamente. Ma la reazione violenta per aver capito troppo il magistrato ha impedito per alcuni anni che la verità emergesse inequivocamente.
Il sequestro di persona del “ MAGISTRATO DI CASSAZIONE” nel maggio 2009, palesemente collegato a quello che aveva scoperto, e la pista civile distruttiva attivata (e il resto) non è la riprova di quanto temessero Paolo Ferraro e di quanto importante fosse tenere nascosto tutto quello che emergeva ed il molto di più che le analisi mie avrebbero certamente svelato ??!
Si aprirono tutti gli scenari che avrei supportato con ricostruzioni, prove dirette ed indirette e la logica e conoscenza che la mia storia assicuravano, una volta sopravvissuto al sequestro di persona del maggio 2009. Poi quello che ho potuto provare e ricostruire concretamente ha superato gli scenari, e quello che ho dovuto pagare e sopportare era ed è inaccettabile.

 

VIDEO DI PROVA CITATI SU YOUTUBE

 

VIDEO CON LE PORZIONI ESTRATTE TRASMESSI ALLE MAGISTRATURE ED ISTITUZIONI
Su YOUTUBE

 

1000A1 https://youtu.be/vIMz115ayLg (supporto informativo mail)

 

1000A2 https://youtu.be/uezYbUiUZiY (supporto informativo mail 2)

 

1000A3 https://youtu.be/SZmYNE0mrcI (supporto informativo mail 3)

 

“Raffinate tecniche miranti a far saltare, annientare il cervello e la figura professionale della vittima mediante ricatto, destrutturazione socio affettiva e protocolli di diffamazione sotterranea infine anche lo strumento penale convogliato, e l’intervento di psichiatri (e) criminali arruolati sul piano “operativo” .
Utilizzo sistematico dell’arma psichiatrica, della efebo e pedofilia gestita in ambiti dei servizi e militar deviati ed utilizzati per infiltrazione militare e come strumento tattico e strategico, in funzione di una profonda penetrazione nei gangli delle istituzioni., e scalata .. nello Stato, eliminando soggetti di qualità con metodiche che implicano quindi anche tecniche e strumenti avanzatissimi. Ma anche metodiche sbrigative sinanche da morte “bianca”, sparizione. [poi vi sono eventi “ordinari” mai vagliati, da “infarto naturale” per cause da accertare, …edemi cerebrali di berlingueriano sapore, …malattie infettive rare e fulminanti, tumori con incidenza epidemiologiche di categoria atipiche, incidenti stradali le cui dinamiche si prestano troppo a perfetta spiegabilità ordinaria, sinanche suicidi in ufficio coperti col silenzio più assoluto e fatti attribuiti col “venticello” chiacchiericcio a depressione, stress od altro perfettamente aderente in astratto al “buon senso comune”. PROTOCOLLI STUDIATI E STRUTTURATI ] …
Sporco affare segreto ormai posto totalmente allo scoperto mediante il lavoro unico di un ex per ora (pende per il merito giudizio dinanzi al Consiglio di Stato) magistrato coraggioso che ha scelto di pagare prezzi indicibili pur di informare le istituzioni, sane. .
Feci la scelta di non accettare un commodus discessus od affiliazione …. propostemi tra le righe .. nel dicembre 2010, quando pensavamo di avermi piegato e terrorizzato, e di aver affiliato così il migliore possibile, e sono arrivato sino ad oggi resistendo a tutto, per informare le istituzioni tutte e le magistrature in primo luogo.
In tutto quello che è stato dimostrato riposa la definizione ed il concetto di “eversione non convenzionale” applicata ai singoli.

 

Precedente L'ULTIMA MAIL ALLA MAGISTRATURA. LA SCHEDA PAOLO FERRARO IL DVD E L'INDICE DI TUTTI I SITI E CANALI VIDEO Successivo AL PROCURATORE DI ROMA: UN DOSSIER ARTEFATTO CHE VIAGGIA SOTTO TRACCIA O PER MILLANTERIA. Ora intervengano Stato e magistratura.

Lascia un commento

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.